Simon & Schuster: Hilary Duff parla di "Elixir"

domenica 10 ottobre 2010
Simon & Schuster ha recentemente intervistato Hilary, parlando con lei di "Elixir", il suo primo libro, in uscita il 12 Ottobre negli USA. Ecco l'intervista:

Il tuo curriculum include una lunga lista di talenti: cantante, attrice, stilista e produttrice. Cosa ti ha ispirato a scrivere libri per giovani?
Avevo voglia di fare una nuova sfida. Ero già decisa sui personaggi principali: volevo una donna forte alla ricerca di qualcosa o all'avventura. Inizialmente, volevo scrivere un copione per un film. Invece, poi ho deciso di scrivere un libro, siccome era una cosa che non avevo mai fatto. Ho incontrato le persone giuste, e con il loro aiuto, è nato Elixir.
In Elixir, Clea riceve spesso l'attenzione dei media, soprattutto quando cerca di evitarli. Ti ha ispirato la tua esperienza personale di essere cresciuta sotto i riflettori?
Mi piace pensare che Clea non sia in nessun modo un personaggio autobiografico o ricollegato alla mia vita, ma suppongo che, pur non volendo, gli scrittori di solito inseriscono parti della propria personalità ed esperienza nelle storie che scrivono. In un certo senso, la sfida di Clea nell'affrontare la fama è un pò in relazione con la mia esperienza personale, ma si differenza nel fatto che i genitori di Clea erano già famosi.
Perchè hai aggiunto un aspetto paranormale ad Elixir?
Sono sempre stata interessata al paranormale e alla vita dopo la morte, dai fantasmi agli angeli. Penso che tutti siano curiosi. E' stato divertente, quindi, aggiugere del paranormale alla storia perchè non ci sono limiti in ciò che puoi scrivere.
Scrivere Elixir è stato un processo diverso dagli altri lavori artistici che hai fatto?
Beh, sì. La cosa migliore è stata che potevo scrivere nel mio salotto, con il mio piagiama! Inoltre, non dovevo imparare delle battute o prepararmi per cantare davanti a migliaia di persone, trovo che sia stato il progetto più impegnativo che abbia mai fatto. La gente in generale è complessa e tutti hanno caratteri diversi, ognuno ha la propria storia. La parte più difficile è stata assicurarmi che i personaggi avessero ognuno delle qualità diverse e uniche, e non lasciare nessuna domanda senza risposte.
Sei l' Ambasciatrice dei Giovani della Colombia, sono stati i tuoi viaggi all'estero ad ispirare i viaggi di Clea e Ben nel Sud America?
Andare a Bogota con Blessings in a Backpack è stata una delle più emozionanti esperienze della mia vita, che mi ha davvero aperto gli occhi. Aiutare i bisognosi è una parte importante della mia vita, e volevo trovare un modo per includere ciò nel mio libro, quindi Grant Raymond era il personaggio perfetto per metterlo in atto.
Che ne pensi dello strano modo di essere di Sage? I tuoi lettori lo ameranno o odieranno?
Vorrei che i miei lettori lo amino. E' sexy e dolce, ma misterioso. Non so se è così per tutte le ragazze, ma queste qualità mi attirano sempre. Durante tutta la storia lui confonde Clea, e le da diversi segnali, quindi noi possiamo avercela con lui... ma non troppo a lungo!
Quale messaggio speri di dare ai giovani che leggeranno Elixir?
Di credere nell'amore, correre il rischio, e vivere ogni momento. Cercare l'avventure e sognare sempre.
Il primo libro è ricco di suspense. Puoi anticiparci qualcosa sul futuro di Clea?
La mia fantastica co-scrittrice Elise Allen e io abbiamo pensato a diverse idee, ma non ancora niente di concreto. Clea è stata sulle montagne russe, quindi il prossimo libro potrebbe iniziare da qui. Clea avrà bisogno di trovare un modo per mettere insieme tutti i pezzi della sua vita. Chissà quanto tempo le servirà? E quale sarà la sua prossima mossa? Se tutto va bene, i suoi sogni la guideranno. SE riuscirà a sognare. . . .
Traduzione: Sunshine Hilary

0 commenti:

Posta un commento